(IN) Netweek

MILANO

Duecentotrenta milioni per Province e Comuni Nava: «Abbiamo l'opportunità  di portare a termine opere essenziali, che ci consentiranno di mantenere il nostro ruolo trainante»

Share

Scadono venerdì prossimo, 25 maggio, i termini per la presentazione degli interventi strategici che Province e Comuni possono avanzare secondo un format comune e condiviso a livello territoriale, per entrare nella fase operativa dell'attuazione del «Patto per la Lombardia». E’ quanto illustrato dal sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata di Regione Lombardia Daniele Nava, unitamente ai colleghi di Giunta Massimo Garavaglia (Economia, Crescita e Semplificazione) e Claudia Terzi (Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile). E l’occasione è stata il Tavolo di confronto sul «Patto perla Lombardia» di cui è referente, su indicazione del presidente Roberto Maroni, proprio il sottosegretario Nava.

Il «Patto per la Lombardia» prevede 80 milioni per interventi infrastrutturali e ambientali e circa 50 milioni di euro per la messa in sicurezza degli itinerari regionali prioritari (ex strade statali, strade regionali e provinciali) destinati alle Province lombarde e ai Comuni capoluogo. «Un ”Patto” - ha sottolineato il sottosegretario Nava - che rappresenta un tassello importante per tutti: Regione, Province e Comuni. Ha un'importanza strategica e oggi è l'occasione per fare il punto della situazione. La prima richiesta è appunto quella di trasmettere l'elenco delle opere da finanziare entro il 25 maggio con un cronoprogramma realistico. Auspico nel contempo - ha detto ancora il sottosegretario - che l'elenco delle opere da finanziare venga compilato da Province e Comuni capoluogo insieme, perché solo dalla massima collaborazione e concertazione tra gli enti possiamo avere indicazioni il più utile possibile al territorio. Con circa 130 milioni di euro su partite essenziali come la viabilità e le infrastrutture - ha concluso infine il sottosegretario Nava - la Lombardia ha l'opportunità di portare a termine opere essenziali, che le consentiranno di mantenere il suo ruolo di regione trainante in Italia, a beneficio innanzitutto dei cittadini e delle imprese che sono il cuore di questa capacità».

«Siamo davanti a una grande occasione per la promozione e la riqualificazione del territorio lombardo - ha detto da parte sua l'assessore Garavaglia - e dobbiamo coglierla tutti insieme per far fruttare questi fondi nel modo migliore a favore dei cittadini lombardi. Regione Lombardia ha accolto la proposta di riparto dei fondi avanzata dall'Unione delle Province lombarde e ora chiede al territorio di definire, in modo condiviso, l'elenco degli interventi da attuare, fermi restando i vincoli previsti dalla normativa nazionale e considerando il fondo di compensazione».

Leggi tutte le notizie su "La Settimana di Saronno"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 26 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.