(IN) Netweek

MILANO

La Nostra Famiglia, 70 anni dalla parte dei bambini Presentato il tour nazionale con protagonisti Simona Atzori e Matteo Fedeli. La presidente Minoli: «Il nostro sogno é ancora vivo e contagioso»

Share

Settant’anni anni al servizio dei bambini e dei giovani con disabilità, 29 sedi distribuite sul territorio nazionale e un’attività di ricerca scientifica d’avanguardia nel contesto europeo. “La Nostra Famiglia” è oggi riconosciuta, nel campo della riabilitazione e della ricerca per la disabilità in età evolutiva, come una delle più grandi e qualificate strutture in Europa.

Quella de “La Nostra Famiglia” è una storia di impegno quotidiano che merita di essere raccontata, e che a partire da novembre sarà al centro di un tour nazionale con protagonisti la ballerina Simona Atzori e il violinista Matteo Fedeli.

Settimana scorsa a Milano i due artisti si sono esibiti per la stampa presso il Circolo Filologico Milanese. Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato anche la presidente de “La Nostra Famiglia”, Luisa Minoli, e il direttore della divisione Enti non profit di Altis Università Cattolica del Sacro Cuore, Marco Grumo, sono stati presentati i principali contenuti e risultati del primo “Bilancio di Missione” redatto dall’associazione, e riferito alle attività svolte nel corso del 2015.

Simona Atzori e Matteo Fedeli, insieme alle ballerine Beatrice Mazzola e Mariacristina Paolini e al pianista Andrea Carcano, saranno i protagonisti del tour nazionale “INCONTRARTI. Danza Musica Pittura ed Emozioni”, che “La Nostra Famiglia” porterà in 10 città tra novembre e maggio. Il tour partirà da Como (Teatro Sociale) il 6 novembre e toccherà poi le città di Salerno (4 dicembre, Teatro Augusteo), Conegliano (18 marzo, Teatro dell’Accademia), Padova (25 marzo, Teatro ai Colli), Udine (6 aprile), Casarsa della Delizia (7 aprile, Teatro Pasolini), Milano (4 maggio, Teatro Litta), Saronno (12 maggio, Teatro Giuditta Pasta), Lecco (19 maggio, Teatro Cenacolo Francescano) e Brindisi (data da definire).

In occasione del suo settantesimo anniversario “La Nostra Famiglia” ha redatto il suo primo “Bilancio di Missione”. «Un documento - ha spiegato la presidente dell’associazione con sede a Bosisio Parini - attraverso il quale raccontare il lavoro che viene svolto nei Centri e negli Ospedali di Riabilitazione per accompagnare la vita di tanti bambini e ragazzi e delle loro famiglie. Il Bilancio di Missione 2015 illustra i dati e le informazioni di quanto realizzato in questo anno di intenso lavoro e le molteplici attività in atto».

Nelle 29 sedi dell’associazione, distribuite in 6 regioni italiane, lavorano ogni giorno 2.442 operatori affiancati da 330 volontari. Grazie al loro impegno, nel solo 2015 “La Nostra Famiglia” ha assistito nei propri Centri di Riabilitazione quasi 35.000 bambini e giovani, di cui 26.720 per trattamenti riabilitativi e 8.276 per visite specialistiche, ed ha portato avanti 95 progetti di ricerca scientifica, i cui risultati sono stati oggetto di 146 pubblicazioni.

«Quella della Nostra Famiglia è una storia di incontri: dal primo, nel 1937, quando il fondatore beato Luigi Monza entusiasmò al suo ideale un gruppo di giovani donne, a quello nel 1950 tra la nostra prima presidente Zaira Spreafico e l'illustre psichiatra Eugenio Medea, che contribuì a dare dignità scientifica alla riabilitazione, fino ad arrivare ai giorni nostri: l'amicizia con Matteo e Simona e l'incontro quotidiano con tanti bambini e ragazzi e con le loro famiglie dicono che ancora oggi il nostro sogno di speranza è vivo ed è contagioso», ha concluso la presidente Minoli.

Leggi tutte le notizie su "La Settimana di Saronno"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 21 Ottobre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.